Azioni Dimostrative

Azioni dimostrative (marzo 2021-maggio 2022)

Azione 6 – Buone pratiche di gestione della risaia e conservazione dinamica on farm di Marsilea quadrifolia

Dimostrazione delle buone pratiche di gestione della risaia volte a favorire la conservazione on farm di Marsilea quadrifolia (estate 2022)

Scopo: trasmettere ai risicoltori che operano all’interno della Rete Natura 2000 le conoscenze sulle migliori tecniche colturali che consentono la coesistenza tra riso e Marsilea quadrifolia.

Dove: Azienda Agricola “Terre di Lomellina”, Candia Lomellina (PV) di Rosalia Caimo Duc, sita all’interno della ZPS “Garzaie della Lomellina” e nel SIC “Garzaia della Rinalda”. All’interno dell’azienda, che coltiva riso in regime di agricoltura biologica, sono già presenti popolazioni di Marsilea quadrifolia.

Attività: coltivazione della specie in risaia e nei canali direttamente gestiti dall’azienda durante la stagione estiva e conservazione ex situ dei rizomi durante la stagione invernale. Durante la stagione vegetativa verranno effettuate prove in campo di misurazione del contenuto in clorofilla sia su riso che su Marsilea quadrifolia al fine di valutare eventuali situazioni di stress per entrambe le specie.

—–

Azione 7 – Buone pratiche di gestione e sfalcio dei prati umidi

Dimostrazione delle azioni necessarie al mantenimento di prati umidi polifiti e delle specie di interesse conservazionistico in essi presenti (da definire)

Dove: Azienda Agricola “BioAngus”, Sorico (CO) di Federica Rasero, sita all’interno della Riserva Naturale Pian di Spagna e Lago di Mezzola (inclusa nella Rete Natura 2000 come ZPS e ZSC). All’interno dell’azienda, che alleva bovini da carne in regime di agricoltura biologica, sono presenti prati da pascolo e sfalcio, inquadrati negli habitat 6510 (Praterie magre da fieno a bassa altitudine) e 6410 (Praterie con Molinia su terreni calcarei, torbosi o argilloso-limosi), nonché la più grande popolazione di Marsilea quadrifolia della Lombardia, con una superficie di circa 5.000 mq).

Attività: illustrazione delle tecniche e tempistiche gestionali che consentono il mantenimento di un’elevata diversità nei prati di competenza dell’azienda, quali ad esempio, pascolo estensivo, erpicatura, sfalcio selettivo ecc. e le azioni di conservazione della biodiversità in atto.

—–

Azione 8 – Buone pratiche di gestione della risaia, confettatura e semina di Lindernia procumbens

Coltivazione dimostrativa in risaia di Lindernia procumbens sfruttando la tecnologia di concia dei semi (seed coating).

Dove: Azienda Agricola “Riserva San Massimo”, Gropello Cairoli (PV), sita all’interno della SIC “San Massimo”.

Attività: I semi di L. procumbens sono estremamente piccoli (0,25 mm) e non adatti alla semina manuale o con seminatrice; per questo si intende procedere prima alla confettatura di semi di riso, rivestiti da una sottile strato di materiale inerte entro cui vengono incorporati i semi di Lindernia procumbens. I semi così trattati sono quindi mischiati al riso e seminati con una seminatrice durante le normali operazioni di semina.

—-

Azione 9 – Buone pratiche di gestione della rete irrigua minore e ripristino di un fontanile

Dimostrazione delle migliori tecniche di gestione della rete irrigua minore e ripristino dei fontanili, per migliorare lo scorrimento dell’acqua e la fruibilità della stessa, con particolare riferimento alla ripulitura delle bocche di risorgiva.

Dove: Azienda Agricola “Riserva San Massimo”, Gropello Cairoli (PV), all’interno della SIC “San Massimo”.

Attività: illustrazione delle tecniche di manutenzione periodica con asportazione manuale dei sedimenti. Per quanto riguarda l’asta sono illustrate differenti tecniche di gestione della vegetazione acquatica e semi-acquatica delle sponde, applicabili poi anche ad altre porzioni della rete irrigua secondaria, come sfalcio meccanico non selettivo con trincia e manuale selettivo con decespugliatore, mostrando le specie vegetali di maggiore interesse conservazionistico (es. Iris pseudacorusThelypteris palustris) e caratteristiche degli habitat da preservare, rispetto a specie spondali aggressive (es. rovi) da contenere. Si valuterà inoltre, previo sopralluoghi, la messa a dimora di Marsilea quadrifolia e di Isoëtes malinverniana.

Azione 10 – Laboratorio di marketing e valorizzazione economica di aziende che operano all’interno della Rete Natura 2000

Realizzazione di un laboratorio pratico di marketing e valorizzazione economica dei prodotti agricoli derivanti da aziende che operano all’interno della Rete Natura 2000 attraverso l’applicazione della metodologia del “marketing simbiotico”. Con la collaborazione del consulente esterno Symbiotiqa.

Scopo e attività: permettere agli agricoltori di comprendere come rendere più efficace la presenza digitale delle loro aziende e dei loro prodotti realizzati nel rispetto della biodiversità, e come individuare nuove comunità potenzialmente interessate ad essi a partire dalla valorizzazione delle attività che svolgono all’interno delle aree protette e della Rete Natura 2000. Analisi di casi di aziende e filiere che si occupano di riso, latte e carne.

Torna alle Azioni

I commenti sono chiusi